NEURONS

La campagna del “7 per mille Neurons” è una campagna di marketing?

Sì, in particolare si tratta di una campagna di societal marketing, con la quale migliorare la reputazione del proprio brand partecipando attivamente al miglioramento del tessuto sociale del proprio territorio.

Ci sono dei costi di adesione?

No, l’adesione è gratuita.

Aderendo alla campagna “7 per mille Neurons”, l’imprenditore si impegna ad effettuare delle erogazioni liberali?

Sì, in particolare ad effettuare erogazioni liberali pari al 7 per mille dei propri incassi (al netto dell’IVA).

Ci sono diverse tipologie di enti a cui poter effettuare le erogazioni liberali?

Sì, le erogazioni liberali saranno a favore degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, statali o paritari senza fine di lucro, appartenenti al sistema nazionale di istruzione (L. 10/03/2000 n. 62) e degli enti no profit iscritti al RUNTS (Registro Nazionale Enti Terzo Settore, D.Lgs. 117/2017), comprese le cooperative sociali ed escluse le imprese sociali costituite in forma di società, che si siano iscritti nella lista dei beneficiari del “7 per mille Neurons”, consultabile sul sito https://neurons.communty o sull’app “Neurons”.

Tutti gli imprenditori possono aderire alla campagna “7 per mille Neurons”?

No, ai sensi del DI n. 129 del 28/08/2018, art. 45, agli istituti scolastici “è fatto divieto di concludere accordi di sponsorizzazione con soggetti le cui finalità ed attività siano in contrasto, anche di fatto, con la funzione educativa e culturale della scuola”. Tale regola, per analogia, viene estesa agli enti del terzo settore (per esempio, sono escluse le sale scommesse e i sexy shop).

La campagna “7 per mille Neurons” risulta efficace indipendentemente dalla categoria di attività svolta dall’imprenditore?

No, la campagna risulta più efficace per i commercianti, per i gestori di e-commerce, e in particolar modo per i dettaglianti, cioè per chi ha contatto diretto con i consumatori.

La destinazione del 7 per mille degli incassi ad un dato ente viene decisa dai clienti?

Sì, ogni cliente con l’app “Neurons” può indicare a quale ente destinare il 7 per mille con riferimento ad ogni singolo acquisto.

Le erogazioni liberali vanno effettuate solo se i clienti esprimono la propria indicazione degli enti beneficiari?

Sì, qualora nessun cliente esprima la propria indicazione, la campagna sarà completamente gratuita; nel caso opposto in cui tutti i clienti indichino i propri beneficiari, si dovrà versare il 7 per mille della totalità dei propri incassi (al netto dell’IVA), ricordando che 7 per mille significa 70 centesimi ogni 100 euro di ricavi.

Esiste un limite minimo di indicazioni a favore di un singolo ente al di sotto del quale nessuna erogazione liberale è dovuta?

Sì, l’erogazione liberale è dovuta nel mese in cui il singolo ente accumula una somma di indicazioni da parte dei clienti pari o superiore a 35 euro (nel caso nel mese non venga raggiunta la somma di 35 euro si continua ad accumulare nel mese successivo fino al raggiungimento della suddetta soglia).

La campagna “7 per mille Neurons” comporta dei costi solo a vendita effettuata ed incasso ottenuto?

Sì, è l’unica campagna di marketing al mondo che si paga (poco) con certezza di risultato, in quanto il pagamento è commisurato e successivo alla vendita effettuata ed è subordinato all’ottenimento del relativo incasso.

Le erogazioni liberali agli enti beneficiari del “7 per mille Neurons” comportano anche delle agevolazioni fiscali?

Sì, le erogazioni liberali in denaro effettuate da società commerciali o ditte individuali a favore degli Enti del Terzo Settore iscritti nel RUNTS (comprese le cooperative sociali ed escluse le imprese sociali costituite in forma di società, ex D.Lgs. 117/2017, art. 82, c. 1) sono deducibili dal reddito nel limite del 10% del reddito stesso. L’eventuale eccedenza potrà essere dedotta negli anni successivi, ma non oltre il quarto (D.Lgs. 117/2017, art. 83, c. 2). Le erogazioni liberali effettuate da società commerciali o ditte individuali a favore degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, statali o paritari senza fine di lucro, appartenenti al sistema nazionale di istruzione (L. 10/03/2000 n. 62) sono deducibili dal reddito nel limite del 2% del reddito stesso e comunque non oltre i 70.000 euro (DPR 917/86, art. 100, lett. o-bis).

Il gestionale del registratore telematico di cassa riconosce il cliente che intende indicare a chi erogare il 7 per mille tramite l’app “Neurons”?

Sì, il cliente dovrà solo esibire la propria Neuro Card, presente sull’app “Neurons” e contenente un codice a barre, prima dell’emissione dello scontrino elettronico. La cassa dovrà solo scansionare il suddetto codice a barre analogamente a quanto avviene con le fidelity card.

Per abilitare le casse a riconoscere la Neuro Card, occorre integrare il proprio gestionale con una funzione specifica?

Sì, verranno fornite le specifiche informatiche per effettuare la necessaria integrazione del gestionale. Se si tratta di un gestionale multiutente, una volta integrato per il primo cliente sarà pronto per tutti quelli che vorranno aderire successivamente.

Il mio gestionale comunica automaticamente i dati alla Neuro Trade srl, società che gestisce l’app “Neurons” e la campagna di societal marketing “7 per mille Neurons”

Sì, il gestionale associa i dati del cliente (ottenuti mediante la scansione della Neuro Card) con quelli relativi all’acquisto effettuato e li invia alla Neuro Trade srl con periodicità prestabilita.

La Neuro Trade srl, società che gestisce la campagna, fornisce tutti i dati utili per l’effettuazione delle erogazioni liberali?

Sì, la Neuro Trade con cadenza mensile fornirà dei report sia dettagliati con i dati di ogni singola transazione interessata, sia sintetici con i dati delle erogazioni liberali da effettuare a favore di ogni singolo ente.

Se il commerciante con registratore telematico non dispone di un gestionale, può aderire alla campagna “7 per mille Neurons”?

Sì, ma deve acquistare un software da installare su un tablet che verrà collegato al registratore di cassa. Se non già presente, bisognerà acquistare anche uno scanner per i codici a barre.

Se il commerciante con registratore telematico non dispone di un gestionale per la cassa e non vuole dotarsi di tablet, software e scanner, può aderire alla campagna “7 per mille Neurons”?

Sì, ma in questo caso deve rimettersi alla pazienza del cliente, il quale deve conservare lo scontrino elettronico, fotografarlo con il proprio smartphone e copiare data e importo sull’apposita pagina presente sull’app Neurons. Tali dati dovranno poi essere validati dal commerciante. Si tratta di una procedura residuale, realizzata per non escludere nessuno, ma destinata ad avere ben poca efficacia a causa dell’elevata laboriosità.

Se il commerciante non dispone di un registratore telematico in quanto gestisce un e-commerce, può aderire alla campagna “7 per mille Neurons”?

Sì, ma occorrerà implementare il software di gestione dell’e-commerce e il cliente, al momento dell’ordine, dovrà digitare manualmente il proprio codice Neurons.

A fine mese il commerciante dovrà effettuare tanti bonifici quanti sono gli enti beneficiari?

No, si dovrà effettuare un unico bonifico complessivo, in base ai report forniti, al conto bancario di tesoreria centralizzata gestito dalla Neuro Trade srl. In alternativa si potrà disporre un prelevamento bancario automatico SDD.

La Neuro Trade srl, tramite il conto bancario di tesoreria centralizzata, effettuerà le erogazioni liberali in nome e per conto del commerciante?

Sì, e fornirà la relativa ricevuta analitica che costituirà anche il documento valido per la deducibilità fiscale. Le erogazioni verranno effettuate esclusivamente tramite bonifico bancario.

Quanto costano i servizi di marketing resi dalla Neuro Trade srl?

I compensi per la gestione dell’app “Neurons” e della campagna di societal marketing ammontano al 3 per mille dei ricavi (al netto di IVA) per i quali i clienti hanno indicato un ente beneficiario del 7 per mille. Tali servizi, essendo spese di promozione dell’attività commerciale e quindi costi inerenti, sono completamente deducibili fiscalmente (DPR 917/86, art. 109, c. 5, Circolare n. 30/9/944 del 07/07/1983 e Risoluzione n. 158/E del 28/10/1998).

La spesa complessiva da sostenere per la campagna “7 per mille Neurons” è dell’1%?

Sì, 0,7 per mille per le erogazioni liberali e 0,3 per mille per i servizi di gestione. L’1% complessivo va pagato solo a risultato ottenuto, cioè a ricavi conseguiti ed incassi ottenuti, nonché con tutte le deducibilità fiscali sopra riportate.

Ci sono da sostenere commissioni bancarie per i prelevamenti SDD e i successivi bonifici ai beneficiari?

No, le spese bancarie in esame sono sostenute dalla Neuro Trade srl, società di gestione della campagna.

C’è un impegno di permanenza minima come commerciante aderente alla campagna “7 per mille Neurons”?

No, i commercianti possono recedere dall’adesione in ogni momento, con decorrenza dal mese successivo.

Il recesso dall’adesione alla campagna “7 per mille Neurons” prevede procedure laboriose?

No, basta l’invio di una semplice PEC a firma del proprio rappresentante legale che richieda il recesso.

Ci sono penali da pagare in occasione del recesso dall’adesione alla campagna “7 per mille Neurons”?

No, non è prevista alcuna penale a carico dei commercianti che recedono.

Ci sono ulteriori vantaggi per i commercianti che aderiscono alla campagna “7 per mille Neurons”?

Sì, sulla mappa del nucleo territoriale del commerciante (corrispondente al CAP), nell’app e sul sito Neurons, verrà inserito un pin di geolocalizzazione che li individuerà come commercianti aderenti alla campagna. I commercianti avranno a disposizione anche una pagina sull’app “Neurons” che evidenzierà le erogazioni liberali effettuate e gli enti che ne hanno beneficiato.

Il commerciante può pubblicizzare la propria adesione alla campagna “7 per mille Neurons”?

Sì, lo può fare attraverso tutti i suoi canali di comunicazione: sito, social, locandine, vetrofanie, ecc. La Neuro Trade srl mette a disposizione file con grafiche standardizzate (in modo da essere immediatamente riconoscibili) e allo stesso tempo personalizzati con il logo del commerciante.

Il commerciante può inserire nel proprio sito e negli altri canali di comunicazione il link del sito Neurons?

Sì, essendo un sito ad accesso pubblico e gratuito, non è necessaria alcuna autorizzazione, come stabilito dalla Corte di Giustizia Europea con la sentenza della IV Sezione del 13/02/2014.
SE avete altre domande
INNOVAZIONE
TECNOLOGIA

Presenta la tua offerta formativa attraverso la vetrina dell’App Neurons e fruisci delle potenzialità di diffusione di una app di giochi. Sarai presente sugli smartphone di tutti i giocatori e in particolare quelli del tuo nucleo territoriale (che corrisponde al tuo CAP).

Mappe
Link
Innovazione

Domande?
Abbiamo le risposte!