NEURONS

La partecipazione alla campagna “7 per mille Neurons” è consentita agli enti iscritti al RUNTS ai sensi della normativa attualmente vigente?

Sì, la partecipazione a questa campagna si colloca nell’ambito delle attività negoziali che, in relazione alla propria autonomia, gli enti del terzo settore possono svolgere al fine di finanziare le proprie attività di interesse generale; più precisamente i riferimenti normativi si trovano nel Decreto Legislativo 117/2017, Titolo II, art. 7.

Ci sono degli adempimenti procedurali specifici affinché un ente iscritto al RUNTS partecipi come beneficiario alla campagna “7 per mille Neurons”?

Sì, è necessaria un’apposita delibera da parte dell’Organo di Amministrazione che approvi la partecipazione alla campagna, l’accettazione delle donazioni da essa derivanti e la destinazione dei fondi (D.Lgs. 117/2017, Titolo IV, Capo III, art. 26).

Quali Enti del Terzo Settore si possono iscrivere nella lista dei beneficiari della campagna “7 per mille Neurons”?

Si possono iscrivere gli enti no profit iscritti al RUNTS (Registro Nazionale Enti Terzo Settore, D.Lgs. 117/2017), comprese le cooperative sociali ed escluse le imprese sociali costituite in forma di società.

Esistono vincoli specifici per l’utilizzazione delle erogazioni liberali?

Ferma restando l’autonomia dei singoli enti nella destinazione dei fondi, secondo le delibere degli Organi collegiali competenti, lo spirito della campagna “7 per mille Neurons” intende promuovere iniziative specifiche con finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale.

Gli enti iscritti al RUNTS devono sostenere dei costi per essere inseriti nella lista dei beneficiari del “7 per mille Neurons”?

No, l’iscrizione è completamente gratuita e non sono previsti costi di alcun genere per gli enti iscritti al RUNTS.

Per ricevere le erogazioni liberali, gli enti iscritti al RUNTS devono pagare delle commissioni bancarie o delle provvigioni?

No, le commissioni bancarie sono a carico della Neuro Trade srl, società che gestisce la campagna, e non è prevista alcuna provvigione.

Le erogazioni liberali vengono effettuate direttamente dai negozianti e dai professionisti?

Sì, ma attraverso un servizio bancario di tesoreria centralizzata che effettuerà gli accrediti con cadenza mensile.

C’è un limite minimo di importo delle erogazioni liberali?

Sì, negozianti e professionisti sono tenuti ad effettuare il versamento alla tesoreria centralizzata, affinché questa provveda all’accredito delle erogazioni liberali, quando le indicazioni dei propri clienti a favore di un dato ente iscritto al RUNTS raggiungono complessivamente i 35 euro.

Le erogazioni liberali pervengono all’ente iscritto al RUNTS mediante bonifico bancario?

Sì, è l’unica modalità di versamento prevista per le erogazioni liberali.

Tutti i negozianti e i professionisti possono aderire alla campagna “7 per mille Neurons”?

No, vengono estese per analogia agli enti iscritti al RUNTS le disposizioni del DI n. 129 del 28/08/2018, art. 45, “È fatto divieto di concludere accordi di sponsorizzazione con soggetti le cui finalità ed attività siano in contrasto, anche di fatto, con la funzione educativa e culturale della scuola”. Pertanto, saranno escluse dalla convenzione tutte le attività professionali e commerciali che possano avere la caratterizzazione indicata. Per gli enti iscritti al RUNTS sarà sempre possibile verificare l’elenco degli aderenti e inviare eventuali osservazioni alla Neuro Trade srl che gestisce la campagna.

Solo le persone collegate all’ente iscritto al RUNTS (associati, collaboratori, volontari e dipendenti) possono indicare l’ente come beneficiario del 7 per mille dei propri acquisti presso i negozianti o professionisti aderenti?

No, non ci sono limitazioni, chiunque voglia indicare un dato ente iscritto al RUNTS come beneficiario è libero di farlo.

C’è un impegno di permanenza minima nella lista dei beneficiari?

No, gli enti iscritti al RUNTS possono cancellarsi dalla lista dei beneficiari in ogni momento.

La cancellazione dalla lista dei beneficiari prevede procedure laboriose?

No, basta l’invio di una semplice PEC a firma del Presidente che richieda la cancellazione.

Ci sono ulteriori vantaggi per gli enti iscritti al RUNTS che si iscrivono fra i beneficiari del “7 per mille Neurons”?

Sì, sulla mappa del nucleo territoriale dell’ente iscritto al RUNTS (corrispondente al CAP) verrà inserito un pin di geolocalizzazione con un link al sito istituzionale dell’ente. Gli enti avranno a disposizione anche una pagina in cui dichiarare il proprio obiettivo, la relativa somma necessaria, la somma raccolta e una barra di avanzamento.

L’ente iscritto al RUNTS può pubblicizzare la propria presenza nella lista dei beneficiari del “7 per mille Neurons”?

Sì, lo può fare attraverso tutti i suoi canali di comunicazione: sito, social, locandine, circolari, ecc.

L’ente iscritto al RUNTS può inserire nel proprio sito e negli altri canali di comunicazione il link del sito Neurons?

Sì, essendo un sito ad accesso pubblico e gratuito, non è necessaria alcuna autorizzazione, come stabilito dalla Corte di Giustizia Europea con la sentenza della IV Sezione del 13/02/2014.
SE avete altre domande
INNOVAZIONE
TECNOLOGIA

Presenta la tua offerta formativa attraverso la vetrina dell’App Neurons e fruisci delle potenzialità di diffusione di una app di giochi. Sarai presente sugli smartphone di tutti i giocatori e in particolare quelli del tuo nucleo territoriale (che corrisponde al tuo CAP).

Mappe
Link
Innovazione

Domande?
Abbiamo le risposte!